h-header

header
main

dynamic

La corretta manutenzione

Il motore diesel accoppiato ad un gruppo di spinta antincendio deve essere in grado di funzionare in modo continuativo a pieno carico con potenze conformi a precisi standard (ISO 3046) anche in condizioni ambientali sfavorevoli ( la norma prevede anche con una temperatura di 5°C nel locale motore). Perché questo avvenga non solo il motore dev’essere opportunamente progettato ed installato ma deve anche godere di una manutenzione puntuale e professionale.

La norma UNI EN 12845 distingue le attività manutentive a carico del conduttore dell’impianto antincendio da quelle da affidarsi a tecnici competenti e qualificati. Tra queste ultime un posto di rilevo lo occupa, certamente, la manutenzione periodica dei motori diesel associati alle pompe.

Infatti le pompe devono essere azionate da motori (elettrici o diesel) capaci di fornire alle pompe la potenza richiesta per le diverse curve caratteristiche.

Innanzitutto il tecnico deve assicurarsi che il motore sia pulito e asciutto (i locali in cui sono alloggiati i gruppi di spinta potrebbero essere interrati, a rischio di condensa di umidità o addirittura di allagamenti). Perché un motore diesel funzioni, a richiesta, questo deve, ovviamente avere sufficiente carburante nel serbatoio per garantire un tempo di funzionamento sufficiente (la durata delle alimentazioni idriche dipende dal livello di rischio – leggero, ordinario o alto rischio). Lo stoccaggio del combustibile è precisamente normato sia per quanto riguarda le caratteristiche strutturali – serbatoio, tubazioni, etc. – sia con riferimento alle condizioni installazione ed alla strumentazione di verifica dei livelli.

I liquidi lubrificanti debbono conservare caratteristiche di qualità e quantità idonee, così come i circuiti che ne garantiscono il ricircolo. Analogamente i circuiti ed i liquidi di raffreddamento vanno verificati e garantiti essere compatibili con l’operatività del motore. A questo fine una manutenzione attenta non si limita a verificare il motore manutenuto ma le condizioni dei locali in cui questo si troverebbe ad operare che possono essere un fattore discriminante sulla capacità di raffreddamento; sebbene tale caratteristica sia una scelta progettuale è possibile che interventi successivi possano alterare le condizioni di progetto, alterando la capacità di raffreddamento attesa. In alcuni casi potrebbe essere previsto un sistema di estrazione forzata dell’aria dai locali motori; tale sistema diventa pertanto un elemento critico da porre sotto un’adeguata attenzione manutentiva.

Il manutentore inoltre controlla le condizioni dell’elettrolita delle batterie, il circuito di ricarica  ed il generale corretto funzionamento.

Secondo un programma di sostituzione verifica e sostituisce i filtri di olio, gasolio e aria. e inserire una nuova cartuccia di filtro, se necessario. Tutti i test eseguiti debbono poter essere registrati e confrontati, di anno in anno.

Trattandosi di un sistema altamente affidabile ma pur sempre soggetto a malfunzionamenti, dev’essere prevista una logica ridondante che tuteli da eventuali mancati avviamenti del motore diesel e pertanto nell’ambito del programma manutentivo deve essere prevista anche una prova di mancato funzionamento per verificare che i sistemi di allarme e back-up intervengano a dovere.

Durante il funzionamento il motore deve poter liberare i fumi di scarico; le condotte destinate a questo scopo debbono rispettare precise norme costruttive e di installazione ma debbono anche mantenere, nel tempo, le caratteristiche di adeguatezza (i terminali di scarico devono essere ad esempio opportunamente protetti dagli eventi atmosferici e dotati di griglia di protezione e debbono rispettare precise distanze dal piano di riferimento esterno e da finestre e porte. Non è impensabile che, soprattutto in un contesto industriale in frequente riassetto impiantistico, le condizioni all’intorno dei locali pompe possano cambiare; un manutentore competente sa rilevare queste eventuali variazioni.

h-footer

Mozzanica & Mozzanica Srl

 

Via Martiri della Liberazione, 12

23875 Osnago (LC) - Italy

T +39 039 2254 700

T +39 039 9910 618

F +39 039 9910 615

 

PEC mozzanica@legalmail.it

 

Cap. Soc. € 400.000,00 i.v.

REA Lecco 291853

P. IVA 02555530134

Sede di Milano

 

Via G. Sforza 62

20081 Abbiategrasso (MI)

T +39 02 4958 7200

F +39 039 9910 615

Mozzanica USA LLC

 

Sede USA

15828 Mercantile Court

Jupiter 33458, West Palm Beach, Florida

T +1 (800) 343 3896

T +1 561 370 3597

Social

 

© Copyright 2019 - Mozzanica&Mozzanica Srl

Privacy Policy - Cookie Policy

coming-soon

Our website is being updated

june 2019

on-line the new site

Mozzanica blog

july 2019

marine section

english version

august 2019

service section

job section

september 2019

team section

october 2019

R&D section

november 2019

knowledge base section

pager