h-header

header
main

dynamic

content

post

16 - TRL7 - Un nuovo modi di “vedere” il service antincendio: la realtà aumentata

Autore Gianfranco Rocchi | Chief Communication Officer | 27 Agosto 2021 |

Con l'avanzare della tecnologia, la struttura e il design degli impianti diventano più complicati. Emergono costantemente nuove varianti e configurazioni dei prodotti, il che aumenta ulteriormente la complessità delle funzioni di manutenzione, riparazione e revisione.

Per risolvere problemi complessi nelle attrezzature, le aziende hanno bisogno di manutentori con una maggiore conoscenza degli impianti e le giuste competenze per lavorarci.

Il settore dell’antincendio non sfugge a questa tendenza alla complessità crescente. Continuando il nostro viaggio nel futuro del service antincendio, che abbiamo iniziato negli ultimi due numeri di questa collana, vediamo quali strumenti il futuro ci riserva, per poter gestire questi scenari sempre più sfidanti.

Una tecnologia che è già una realtà in diversi ambiti è quella della realtà aumentata (agumented reality – AR). Questa tecnologia abilita diversi scenari inediti per le operazioni di manutenzione:

I vantaggi della realtà aumentata iniziano prima che i tecnici raggiungano il campo. Il suo utilizzo come strumento di formazione consente agli operatori di apprendere rapidamente le tecniche di manutenzione, seguendo le appropriate procedure di salute e sicurezza (naturalmente la formazione all'uso della realtà aumentata rappresenterà un elemento che cambierà dall'interno l'intero processo formativo). Le visualizzazioni offerte dalla realtà aumentata, combinate con la possibilità per un trainer remoto di vedere e commentare ciò che sta vedendo il tirocinante, rendono possibile allenarsi indipendentemente dalla posizione.

Una volta sul campo, queste visualizzazioni possono semplificare la manutenzione di base. La capacità di seguire una lista di controllo in realtà aumentata quando si guarda una macchina, insieme all'uso dell'interazione vocale per registrare i risultati dell'ispezione, rende l'ispezione e la diagnosi più veloci e potenzialmente più rigorosi, essendo l’operatore assistito da un sistema automatico intelligente. Durante il processo di riparazione, i tecnici vedono esattamente ciò di cui hanno bisogno quando ne hanno bisogno, senza dover togliere le mani dalla macchina e prendere un manuale.

Ciò ha implicazioni positive anche per la salute e la sicurezza, perché mantiene l'attenzione del tecnico sull'attrezzatura. Il software di realtà aumentata può guidarli attraverso la corretta sequenza delle fasi di manutenzione, garantendo che interagiscano con l'apparecchiatura in modo sicuro. È particolarmente utile quando si ha a che fare con attrezzature che potrebbero essere pericolose. I dispositivi di realtà aumentata, essendo dispositivi indossabili con diversi sensori attivi e con la capacità di rilevare dati dal campo, attraverso il dialogo m2m con altri apparati, potrebbero anche elaborare degli scenari e identificare potenziali rischi per la salute legati all'attrezzatura mentre il tecnico esegue il lavoro (presenza di altri operatori, rilevamento di oggetti non visibili a occhio nudo o mancanza, ad esempio, di un parapetto o di una protezione di sicurezza, come invece previsto dal progetto, etc.).

La pandemia ha dimostrato quanto le limitazioni gli spostamenti di tecnici possano impattare sulle manutenzioni. Permettere a operatori non esperti (tecnici junior o altri addetti) di eseguire alcune procedure di manutenzione assistiti da remoto da tecnici senior, grazie alla realtà aumentata, può rivelarsi uno strumento che migliora la resilienza dei sistemi antincendio.

Ma non è solo la pandemia a rendere la realtà aumentata uno strumento di moltiplicazione del ROI in ambito manutentivo.

La manutenzione basata su AR diventa sempre più utile man mano che le procedure di manutenzione diventano più complesse. Le procedure di riparazione che comportano una scelta di molte possibili fasi di manutenzione richiedono maggiori competenze tecniche. la realtà aumentata permette a squadre diverse di  operare attraverso gli occhi e le mani di singoli operatori teleconnessi.

Con la connettività remota, tecnici esperti possono utilizzare i puntatori virtuali per guidare visivamente gli operatori sul campo attraverso le procedure di manutenzione. Ciò non solo riduce il tempo medio di chiamata di manutenzione, ma consente anche alle aziende di utilizzare meglio i propri tecnici senior.

Una guida in realtà aumentata più accurata, in particolare con attività di manutenzione complesse, può anche portare a migliori tassi di riparazione. Riguardo ai dispositivi muletto, nella sua analisi, Augmented Reality for Enterprise Alliance ha previsto che un'azienda media potrebbe eliminare due di cinque di questi apparati passando alla manutenzione in realtà aumentata.

 

Un'applicazione primaria della realtà aumentata è il controllo delle discrepanze, ovvero il controllo della differenza tra strutture in loco e modelli di progettazione.

Sono già stati progettati sistemi di riconoscimento automatico per ispezionare le strutture e rilevarne danni e applicazioni in grado di rilevare gli spostamenti di strutture, premonitori di cedimenti. Si pensi all'utilità che può avere un sistema simile nell'ispezione di sistemi antincendio che corrono in cunicoli sotterranei o in ambienti soggetti a sollecitazioni sismiche.

Il controllo di qualità è un'altra applicazione critica in cui la realtà aumentata può offrire vantaggi notevoli; Il riconoscimento delle immagini e il confronto automatico con una procedura digitalizzata può permettere di verificare il corretto assemblaggio di un componente.

 

La visualizzazione collaborativa si realizza, invece, quando più utenti possono immergersi in uno stesso ambiente "arricchito" di layer informativi.

Questi layer potranno derivare da diverse raccolte di dati; l'estrazione di informazioni di manutenzione predittiva potrà ad esempio dar luogo all'integrazione di diverse manutenzioni in un unico intervento. Non solo, veicolando attraverso i device le diverse competenze necessarie, quell’unico intervento potrebbe essere svolto da un numero minore di operatori in campo, interpellando da remoto i diversi esperti.

La realtà aumentata può già utilizzare i modelli di informazioni edilizie (BIM) per produrre informazioni strutturali 3D dettagliate per la visualizzazione. La bidirezionalità della tecnologia potrà sempre più essere impiegata per arricchire il BIM di informazioni.

 

I progressi nella connettività e nella potenza di calcolo locale continueranno a spingere in avanti la manutenzione della realtà aumentata. L'emergere del 5G ridurrà la latenza e arricchirà le comunicazioni basate sulla realtà aumentata, riducendo al contempo la dipendenza dalle reti locali nei siti dei clienti.

Man mano l'IoT diventerà pervasivo, i sensori potrebbero consentire ai tecnici di domani di vedere le metriche operative di un asset industriale, come la pressione dell'acqua, i giri/minuto di una pompa, fluttuare nel loro campo visivo in tempo reale.

 

L'emergere di chip più potenti su misura per l'intelligenza artificiale potrebbe anche inaugurare device di realtà aumentata con migliori capacità di visione artificiale. Se combinato con connessioni cloud alimentate da 5G, il sistema indossabile potrebbe interpretare ciò che vede o i dati IoT che rileva. Il risultato? Nuove istruzioni di manutenzione e animazioni che si adattano al cambiamento delle condizioni.

 

La realtà aumentata, quindi, integrandosi con IoT, BIM, con la tecnologia di scansione laser 3D, permetterà di acquisire layer informativi sempre più dettagliati e integrati.

Quando la realtà aumentata si integrerà, poi con i digital twin ed sistemi di modellizzazione e simulazione, all'operatore sarà consentito di guardare il futuron

  • https://www.powermag.com/how-digital-disruption-will-reshape-the-maintenance-management-sector/
  • https://www.theagilityeffect.com/en/about/innovation-enemy-maintenance/
  • https://iiot-world.com/predictive-analytics/predictive-maintenance/next-generation-analytics-is-doing-tremendous-things/
  • https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0957417413000298
  • https://reader.elsevier.com/reader/sd/pii/S2212827120305746?token=6485725E01DBB87066A996C52591804C17559D9E05D5DD8FF2901CC22F74E32458494FAFD49DCB0F3B6F957841A32D29&originRegion=eu-west-1&originCreation=20210719103555
  • https://link.springer.com/article/10.1007/s40436-017-0202-9
  • https://www.researchgate.net/publication/352562038_Expert_Panel_Preventive_Maintenance_of_Heritage_Buildings_and_Fuzzy_Logic_System_An_Application_in_Valdivia_Chile
  • https://www.orange-business.com/en/magazine/more-quick-fix-how-augmented-reality-can-change-maintenance-forever
  • https://www.researchgate.net/publication/273973453_Augmented_Reality_and_the_Future_of_Maintenance

 

Per scaricare questo articolo in versione pdf Clicca QUI

note sull'autore

Gianfranco Rocchi è curatore del digital content marketing di Mozzanica&Mozzanica Srl; con una formazione accademica in storia economica, ha una esperienza di oltre quindici anni nella consulenza aziendale relativamente ai sistemi di gestione aziendale e della salute e sicurezza sul lavoro. È stato inoltre autore di contenuti per la televisione ed il podcasting.

 

rocchi@mozzanica.eu

  www.mozzanica.eu

  https://www.linkedin.com/in/gianfrancorocchi/

 

 

side archivio

Archivio per anno

h-footer

Mozzanica & Mozzanica Srl

 

Via Martiri della Liberazione, 12

23875 Osnago (LC) - Italy

T +39 039 2254 700

T +39 039 9910 618

F +39 039 9910 615

info@mozzanica.eu

 

PEC mozzanica@legalmail.it

 

Cap. Soc. € 400.000,00 i.v.

REA Lecco 291853

P. IVA 02555530134

Sede di Milano

 

Via G. Sforza 62

20081 Abbiategrasso (MI)

F +39 039 9910 615

Mozzanica USA LLC

 

Sede USA

2253 Vista Parkway, Suite 8

West Palm Beach, FL 33411

T +1 561 370 3597

infousa@mozzanica.eu

Social

 

© Copyright 2021 - Mozzanica&Mozzanica Srl

Privacy Policy - Cookie Policy