h-header

header
main

dynamic

content

post

Quando inizia la manutenzione?

Autore Natale Mozzanica | Chief Executive Officer | 09 Giugno 2020 |

Ci sono delle cartine di tornasole che già oggi determinano la reattività al problema da parte dei committenti e dei loro tecnici:

La specifica d’impianto e i manuali d’uso e manutenzione dei sistemi antincendio realizzati.

La specifica d’impianto trova ancora un’applicazione limitata e i manuali d’uso e manutenzione raramente vengono letti, per cui normalmente si parla di manutenzione a impianto realizzato e in modo sganciato della gestione della sicurezza dell’attività in esame.

Questo modo di operare può creare delle distonie tra quanto pensato dal progettista e quanto poi applicato nella realtà in fase di manutenzione.

Un buon piano manutentivo deve partire dalla specifica d’impianto, che deve determinare gli obiettivi di interazione tra il sistema antincendio e i protocolli adottati per la gestione della sicurezza, ivi compreso il piano d’emergenza aziendale.

Se non si conoscono le logiche messe a punto in fase di approvazione progetto vvf diventa difficile stabilire un piano manutentivo coerente.

Ciò premesso le figure che andrebbero coinvolte a catena sono:

Il tecnico abilitato che nella specifica d’impianto deve definire il sistema idoneo in funzione del rischio protetto, della gestione della sicurezza ipotizzata, dell’organizzazione del committente;

Il progettista che deve sviluppare quanto definito nella specifica d’impianto, studiando un sistema che tenga conto non solo dei fattori operativi, ma anche dell’impatto che le operazioni di manutenzione potranno avere nel contesto dell’attività protetta;

L’azienda installatrice che dovrà garantire la corretta installazione di quanto progettato e che dovrà produrre i manuali d’uso e manutenzione con tutte le istruzioni necessarie alla corretta gestione e manutenzione del sistema;

Il committente e la sua struttura che dovranno prendere in carico l’impianto inserendolo nel contesto di tutta l’organizzazione della sicurezza aziendale, formando il personale preposto alla sua gestione e predisponendo le procedure necessarie per il suo mantenimento nel tempo;

Infine l’azienda di manutenzione che dovrà prendere in carico il sistema con tutta la documentazione necessaria,

A questa spetta di verificarne il contenuto, stabilendo le check list di controllo, concordando le  periodicità degli interventi, le modalità operative, le documentazioni da predisporre a fine visita, necessarie per la creazione dello storico dell’impianto e indispensabili per le attività di asseverazione.

side archivio

Archivio per anno

h-footer

Mozzanica & Mozzanica Srl

 

Via Martiri della Liberazione, 12

23875 Osnago (LC) - Italy

T +39 039 2254 700

T +39 039 9910 618

F +39 039 9910 615

info@mozzanica.eu

 

PEC mozzanica@legalmail.it

 

Cap. Soc. € 400.000,00 i.v.

REA Lecco 291853

P. IVA 02555530134

Sede di Milano

 

Via G. Sforza 62

20081 Abbiategrasso (MI)

F +39 039 9910 615

Mozzanica USA LLC

 

Sede USA

2253 Vista Parkway, Suite 8

West Palm Beach, FL 33411

T +1 561 370 3597

infousa@mozzanica.eu

Social

 

© Copyright 2020 - Mozzanica&Mozzanica Srl

Privacy Policy - Cookie Policy

pager